Come ogni anno, la chiesa ortodossa di Grecia e il pontificio consiglio per la promozione dell’unità dei Cristiani hanno messo a disposizione le borse di studio per l’apprendimento del neogreco ad Atene.

A vivere quest’esperienza in Grecia per la nostra facoltà di lettere cristiane e classiche, quest’anno, è stato don Gildas Kombila Mba, studente del Gabon.

«Questo periodo ci ha permesso di avere una conoscenza di base della lingua neogreca e della civiltà greco-ortodossa. Per ciò che riguarda il greco moderno, per chi, come noi, ha conoscenza del greco classico, lo studio è risultato relativamente facile, perché tante costruzioni nella sintassi sono uguali. L’alfabeto è lo stesso, però la pronuncia è diversa, come ad esempio il suono /i/ che può corrispondere a ι, η e υ, o ancora ad alcuni dittonghi (ει, οι, υι). Nonostante questa varietà, è stata una bella occasione per imparare ancora di più il greco e soprattutto per ascoltare il greco moderno e leggerlo senza grande difficoltà.

Per quanto riguarda la cultura greca, abbiamo avuto l’opportunità di vedere con i nostri occhi ciò che abbiamo imparato relativamente alla storia greca e soprattutto alla storia dell’arte greca. Abbiamo visitato il museo dell’Acropoli e il sito archeologico con il famoso Partenone. Abbiamo effettuato anche una visita al museo nazionale e archeologico di Atene dove abbiamo scoperto i primi rudimenti dell’arte greca. Un altro luogo oggetto di visita è stato Corinto, in particolar modo per conoscere la città ai cui abitanti san Paolo ha dedicato tante lettere. Ad Atene, inoltre, abbiamo visitato l’areopago, dove i Greci non hanno voluto ascoltare il messaggio di san Paolo.

Per quanto concerne il rapporto con la chiesa ortodossa, abbiamo capito che serviamo lo stesso Signore ciascuno con una particolarità propria. Ci è rimasta impressa la forte devozione per le icone da parte della chiesa ortodossa. Il luogo dove fanno il sacrificio rimane sempre sacro. Abbiamo visitato anche il museo bizantino e il museo Benaki di Atene, nei quali siamo stati meravigliati da così antiche icone. Abbiamo avuto, inoltre, un incontro con Sua Eminenza Reverendissima Chysostomos, Metropolita di Chalkida, che ci ha parlato della sua diocesi e dei problemi che incontra (gli stessi che possiamo riscontrare nella chiesa cattolica) in ciò che riguarda la pastorale.

Abbiamo trascorso bel tempo presso l’Apostoliki Diakonia con il professore di Greco Christos e il nostro accompagnatore Angelos. Abbiamo fatto la conoscenza di altri sacerdoti e seminaristi che, come me, provenivano da varie università d’Italia. È stato un soggiorno ricco di esperienze, anche perché alcuni di noi appartenevano alla chiesa greco-cattolica di rito bizantino. Alla fine del soggiorno abbiamo ricevuto il certificato di partecipazione al corso di neogreco. Se avessi la possibilità di ripetere un’esperienza del genere, accetterò di buon grado.”

 

(scritto da Gildas Kombila Mba)

gildas 01 atene

gildas 02 atene

 

 

Avvisi

  • Call For Papers: The Citizen in Late Antiquity
    01 Giugno 2019

    This workshop, The Citizen in Late Antiquity, aims at providing an informal, constructive environment for post-graduate and early career researchers to present their work, meet others working in the field, and discuss current trends and issues.  The Late Antiquity Network provides a single platform for those working on a broad range of geographical and disciplinary areas within the period of Late Antiquity, and participants are thus encouraged to interpret ‘citizen’ in a broad sense, thinking about how the theme intersects with their own research.  Papers will be of twenty minutes, with ten minutes allocated for discussion.

    Abstracts of no more than 400 words with a brief biography to be sent to the conveners Thomas Langley (mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) and Kay Boers (mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) by Friday 26th July.  Please include your affiliation (independent scholars welcome) and current academic status (or the year your PhD was awarded). Successful applicants will be notified by Monday 19th August.

    For further infomation, please refer to https://www.uu.nl/en/events/call-for-papers-the-citizen-in-late-antiquity.

  • Premio de Lubac - Borse del Governo francese
    26 Febbraio 2019

    Istituito dall’Ufficio culturale dell’Ambasciata di Francia presso la Santa Sede (servizio culturale) e l’Institut francais - Centre Saint-Louis (IFCSL), il premio de Lubac intende premiare l’eccellenza della ricerca universitaria effettuata presso le istituzioni accademiche pontificie a Roma. 

    Potranno candidarsi, entro il 28 giugno 2019, i neodottori che hanno discusso la propria tesi tra gennaio 2018 e giugno 2019, in un istituto pontificio romano.

    Per maggiori informazioni, leggere l'allegato.

  • Lingua Latina perennis
    15 Febbraio 2018
    Lectores humanissimi, inspicite, quaeso, hos nexos interretiales! Sunt duae symbolae linqua Anglica conscriptae, quae de lingua Latina semper viva numquam oblivioni data disserunt. Global Latinists et Living Language.
  • Annales MMXVI-MMXVII
    10 Novembre 2017
    Il nuovo libretto di Annales dell'anno accademico 2016-2017 è reperibile qui. Ringraziamo di cuore sig.ra Constance Cheung per il progetto grafico e impaginazione. Curiose legito!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari ad offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze. Per saperne di più, consulta la nostra cookie policy.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Galleria fotografica

collage header 5